CONFESERCENTI CATANIA

Login

Utente

Password



Non ti sei ancora registrato?
Clicca qui per registrarti.

Non ricordi più la password?
Richiedine una nuova qui.

DIGITALIZZAZIONE

PAGINA FACEBOOK

CONFESERCENTI PEC

ARTIGIANCASSA POINT

Tesseramento 2017

Formazione

SPORTELLO INFORMATIVO FONTER

VIALE VITTORIO VENETO, 14 - CATANIA

Affiliati






Nuovo Fisco e incentivi per le imprese italiane

Confesercenti News
18/06/2013
Nuovo Fisco e incentivi per le imprese italiane


Varato il Decreto Fare del Governo Letta: focus sui capitoli riguardanti le imprese, gli incentivi, i crediti e le semplificazioni fiscali e amminustrative.

Nel CdM del 15 giugno il Governo ha approvato il “Decreto Fare”, contenente misure urgenti volte alla crescita, con particolare attenzione per le imprese, PMI in primis: obiettivo, semplificare il quadro fiscale, amministrativo e normativo, sostenere l’accesso al credito per le attività produttive, liberalizzare i servizi e migliorare le infrastrutture.


Decreto Fare: leggi il testo punto per punto


Imprese


Più facile l’accesso al Fondo Centrale di Garanzia, con ampliamento della platea delle PMI beneficiarie e rifinanziamento di 50 miliardi di euro (leggi le agevolazioni per il credito delle PMI).


Altri 5 miliardi sono stati stanziati per il finanziamento a tasso agevolato dell’acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature: i fondi saranno concessi entro il 31 dicembre 2016 da banche convenzionate e avranno durata massima di 5 anni, fino a 2 milioni di euro per ciascuna impresa.


Alle imprese miste vengono concessi benefici per l’accesso ai crediti agevolati e vengono predisposte le zone a “burocrazia zero”.


Viene poi inserita un’importante misura contro il ritardo nei pagamenti dalla PA (leggi di più): un indennizzo monetario a carico delle PA in ritardo nella conclusione dei procedimenti amministrativi pari a 50 euro al giorno fino a un massimo di 2.000 euro.


Il sostegno ai grandi progetti di ricerca e innovazione industriale si traduce nell’istituzione di un “Fondo di garanzia per i grandi progetti”, al quale sono stati destinati 50 milioni di euro per il biennio 2013-2014.


Vengono poi rifinanziati i Contratti di Sviluppo nel Centro-Nord, gestiti da Invitalia e liberalizzato il mercato del gas naturale.


Con riferimento alle bollette dell’elettricità, il Governo ha modificato le modalità di determinazione delle tariffe concesse agli impianti in regime Cip6 e bloccato la maggiorazione degli incentivi all’elettricità prodotta da biocombustibili liquidi (significa che gli Italiani pagavano in bolletta una quota per le Rinnovabili che non andava tutta alla Rinnovabili!)


=>Approfondisci i contenuti del Decreto del Fare


Semplificazioni


Abolita la responsabilità fiscale solidale tra appaltatore e subappaltatore sui versamenti IVA.


=> Leggi dell’autocertificazione per appalti e responsabilità solidale


Modifiche anche alle regole sulla pignorabilità delle proprietà immobiliari: «se l’unico immobile di proprietà del debitore è adibito ad abitazione principale, non può essere pignorato, ad eccezione dei casi in cui l’immobile sia di lusso o comunque classificato nelle categorie catastali A/8 e A/9 (ville e castelli).


Per tutti gli altri immobili, il valore minimo del debito che autorizza il riscossore a procedere con l’esproprio dell’immobile, è stato innalzato da 20mila a 120mila euro.L’esecuzione dell’esproprio può essere resa effettiva non prima di 6 mesi dall’iscrizione dell’ipoteca, mentre in passato erano sufficienti 4 mesi.


Per quanto riguarda le imprese, i limiti alla pignorabilità già presenti nel codice di procedura civile per le ditte individuali sono estesi alle società di capitale e più in generale alle società dove il capitale prevalga sul lavoro».


=> Scopri tutte le semplificazioni per le imprese


Viene poi definito un Fisco più “amico” per chi è in difficoltà: nel Decreto Fare la possibilità di Equitalia di concedere al debitore una dilazione dei pagamenti per l’estinzione del debito viene portata fino a un massimo di 120 rate mensili (invece di 72). «L’estensione è concessa a condizione che sia accertata una grave situazione di difficoltà del contribuente non dovuta a sue responsabilità e legata alla crisi economica tale da rendere impossibile il rispetto del piano ordinario». L’accordo di rateizzazione decade se il debitore non effettua il pagamento di 8 rate consecutive (e non più 2).


Sempre con riferimento ad Equitalia, viene estesa la proroga della concessione all’Ente di riscossione anche ai crediti non tributari (sanzioni amministrative, multe, etc.) e viene fissato al 31 dicembre 2013 la scadenza per adottare il Dm di definizione del quantum dovuto a Equitalia con il superamento del sistema dell’aggio.


=> Leggi di più su Equitalia


Un’altra importante semplificazione riguarda l’abrogazione dell’invio mensile del modello 770, da inoltrare telematicamente con i dati retributivi e le informazioni necessarie per il calcolo delle ritenute fiscali e dei relativi conguagli.




Fonte PMI.IT

CONFESERCENTI CATANIA

Confesercenti Catania, Viale Vittorio Veneto 14 - 95127 Catania - Tel. 095.388274
Tempo rendering: 0.31 secondi!
1,101,903 visite uniche