CONFESERCENTI CATANIA

Login

Utente

Password



Non ti sei ancora registrato?
Clicca qui per registrarti.

Non ricordi più la password?
Richiedine una nuova qui.

DIGITALIZZAZIONE

PAGINA FACEBOOK

CONFESERCENTI PEC

ARTIGIANCASSA POINT

Tesseramento 2017

Formazione

SPORTELLO INFORMATIVO FONTER

VIALE VITTORIO VENETO, 14 - CATANIA

Affiliati






Accesso al credito PMI, Italia peggiore d’Europa

Confesercenti News
29/04/2013
Accesso al credito PMI, Italia peggiore d'Europa


Le condizioni di accesso al credito per le PMI italiane sono le più difficili d'Europa, anche se nel semestre ottobre 2012 marzo 2013 migliora la disponibilità delle banche a erogare prestiti: il report Bce.


L’Italia è il Paese europeo in cui le condizioni del credito alle PMI sono più difficili: lo rileva il consueto bollettino della Bce sull’accesso al credito delle piccole e medie imprese, dl quale emergono altri primati negativi della Penisola.


La ricerca si riferisce al periodo fra ottobre 2012 e marzo 2013: ebbene, insieme a Spagna, Portogallo e Grecia l’Italia è il Paese in cui le PMI hanno registrato le maggiori flessioni di fatturato e utili.


=> Confronta con l’allarme FMI sull’accesso al credito in Italia


Ricavi in crescita invece in Germania (pur con un rallentamento rispetto al periodo aprile-settembre 2012), Francia, Belgio, Irlanda, Austria e Finlandia. Gli unici due Paesi in cui resta positiva (pur rallentando) anche la dinamica degli utili sono Germania e Austria.


E veniamo alla dinamica dei prestiti alle imprese: nel semestre in esame le PMI segnalano un aumento della necessità di credito (+5%), e un contemporaneo deterioramento nella disponibilità delle banche a concedere prestiti, anche se da questo punto di vista si segnala un miglioramento rispetto al semestre precedente.


L’Italia, insieme a Grecia e Portogallo registra il maggior incremento della necessità di prestiti, una situazione che riflette la debolezza dei profitti e la mancanza di liquidità. C’è però una dinamica positiva relativa alla disponibilità delle banche a erogare prestiti: qui l’Italia è il Paese che registra il miglioramento più sensibile, passando al -7% dal -27% del semestre precedente.


=> Leggi anche quali sono le dinamiche di mutui e prestiti


Altri spunti positivi dell’indagine: è sceso, a livello di media europea, il tasso di respingimento delle domande di prestito, all’11% dal precdente 15%, ed è diminuito il numero di PMI che segnalano l’accesso al credito come il principale problema, al 16% dal precedente 18%.


=> Vai allo speciale sull’accesso al credito


In generale, permangono differenze notevoli fra i diversi paesi per quanto riguarda le condizioni di accesso al credito e ai finanziamenti, che comunque per le PMI restano più difficili che per le grandi aziende.


Fonte: Report Bce sull’accesso al credito delle PMI ottobre 2012-marzo 2013


Confesercenti Catania, Viale Vittorio Veneto 14 - 95127 Catania - Tel. 095.388274
Tempo rendering: 0.06 secondi!
1,099,436 visite uniche